_________________________________________________________________________________________________________

Pagine

mercoledì 13 gennaio 2016

2016 I buoni propositi

Io credo che ci siano due momenti dell'anno in cui si fanno i buoni propositi: gennaio e settembre.
Il primo è ottimista, pieno di speranza e di energia, ci proietta verso l'anno nuovo. Il secondo, dopo le ferie, è un po' più nostalgico, ha un non so che di bilancio di metà anno, e spesso ci si trova a mettere le toppe ai propositi fino ad allora disattesi.
E adesso è gennaio, quindi io sono tutta presa dall'inizio dell'anno nuovo, quindi lasciatemi sparare i buoni propositi per il 2016.
Alle verifiche ci penseremo quando sarà il momento.

Questi sono i miei propositi per il nuovo anno:
- Partecipare ad almeno un evento handmade come espositore. Meglio 2, ma cominciamo con 1.
- Sistemare decentemente il mio sito web, che va completato e svecchiato: nuove pagine, nuovo banner... roba che non mi piace fare perchè c'è gente del mestiere moto più brava che fa in mezz'ora quello che io faccio in due settimane e pure male. Se qualcuno si offre volontario per insegnarmi qualche trucchetto o vuole aiutarmi io sono qui. Lo amerò alla follia.
- Imparare a pianificare il blog, che è una cosa che dovrei fare da anni ma non l'ho mai fatta. Diciamo che ogni due settimane vorrei riuscire a pubblicare un post o a fare una piccola modifica al sito. Su questo proposito la vedo dura, ma voglio provarci lo stesso. Del resto non è ancora il 15 gennaio, per ora sono puntuale!

Non a caso riguardano tutti questa mia attività parallela: da quando ci sono Michele e Paolo è stata la cosa che ho trascurato di più e di cui sento più la mancanza. Sono riuscita a portarla avanti a spizzichi e bocconi nei ritagli di tempo, non di notte perchè ormai il sonno è troppo prezioso per rinuciarvi, e adesso voglio riprenderla in mano piano piano, ma in modo costante.

Lo strumento che mi aiuterà in questo sarà la mia nuovissima Insplagenda 2016, qui con la copertina decorata da me, bella cicciona e con tanto spazio per scrivere o attaccare post-it selvaggiamente. Devo dire che in queste prime settimane il suo utilizzo ha fatto miracoli: mi ricordo meglio le cose e non ho l'ansia di doverle tenere a mente, scriverle tutte in un posto me le fa sembrare meno numerose e meno soffocanti, e depennarle è una goduria. Per quest'anno ho preso la versione classica, ma ci sono anche la business e la mommy.
Stiletto Academy, l'associazione al femminile che sta dietro a quest'agenda, promuove corsi di self improvement in tutta Italia e anche all'estero, e mi è sembrata la compagnia ideale per quest'anno, perchè vorrei raggiungere obiettivi che seppur piccoli per me sono importanti.



E così, ad anno appena iniziato, mi si è presentata un'occasione che non potevo mancare: proprio qui vicino a dove abito ci sarà un design market il 31 gennaio, e io ho deciso di partecipare. Troppo facile mantenere i buoni propositi entro il primo mese dell'anno!













mercoledì 2 dicembre 2015

Christmas Tutorial: Stelle del Bosco

Quest’anno, contro ogni previsione, sono felice di poter condividere un tutorial di Natale!

L’idea mi è venuta mentre raccoglievo idee, che ho pubblicato nello scorso post; ho preso spunto dalle stelline fatte con gli stuzzicadenti e il washi tape. Volevo qualcosa che smorzasse l’effetto rigido degli stuzzicadenti, e ho pensato che i rami degli alberi hanno per loro natura un andamento molto morbido e armonioso.
Così ho raccolto qualche rametto sottile durante le passeggiate, e ad essere sincera ho anche attinto alla cesta della legna per la stufa di mia cognata, e ho ottenuto il risultato che volevo.

Materiale Occorrente
- Rametti sottili (diametro tra 3 e 6 mm circa)
- Forbici resistenti o cesoie
- Tempera acrilica (bianca) e pennello
- Vinavil
- Lana (rossa)

Per prima cosa raggruppate i rametti per diametro, e poi tagliateli della stessa lunghezza in gruppi da 5.

DSC_1928web

Dipingeteli con la tempera acrilica. Io ho usato il bianco. Quando la prima mano sarà asciutta, ripassate bene le estremità ed eventuali buchi.

DSC_1930web

A questo punto prendete un gruppetto di 5 rametti e sistematelo a forma di stella. Giocate con le curve dei rami, e con il loro non essere piatti. Tagliate 5 pezzetti di lana lunghi circa 15 cm.

DSC_1961web

Con la lana fermate in modo morbido e reversibile i punti di intersezione centrali tra i lati della stella. Tagliate altri 5 pezzetti di lana.

DSC_1962web

Fissate ora con un nodo le punte della stella. Fate un primo nodo sul davanti, poi incrociate il filo si rametti e fissateli dietro con un doppio nodo.

DSC_1959web

DSC_1958web

Una volta fissate le 5 punte, fissate allo stesso modo i punti di intersezione che avevate legato all’inizio. In tutto sono 10 i punti di fissaggio e vi troverete con questo risultato.

DSC_1966web

Spennellate i nodi con la Vinavil, che asciugando diventerà trasparente.

DSC_1967web

Ora potete tagliare tutte le abbondanze dei fili di lana, e la stella è finita!

DSC_1969web

Come sempre, ho appeso queste decorazioni ai lampadari sopra il tavolo del soggiorno, che è un po’ il centro della nostra casa.

stelle

Queste stelle le ho sempre immaginate bianche e rosse, perchè volevo ottenere un risultato dal sapore scandinavo.

DSC_1975web

In realtà, con dello spago naturale si otterrebbe un effetto country/shabby.

DSC_1985web

Oppure, con lana fluo, sarebbero decorazioni per un Natale alternativo e sicuramente più moderno. Ma io sono una tradizionalista del Natale, e non riesco a staccarmi dal classico rosso.

DSC_1986web

martedì 17 novembre 2015

Christmas Inspirations

Da sempre le pagine più visitate di questo blog riguardano i tutorial di Natale.
Io amo particolarmente questo periodo, perchè da piccola era questa l’occasione principale in cui con mia mamma pensavamo e facevamo lavoretti per decorare la casa. Conservo con cura e amore le riviste dell’epoca, allora molto costose e quindi sempre considerate preziose e sfogliate con attenzione, con pagine piene di nastri luccicanti e sbrilluccichi primi anni ‘90.
Decisamente un altro gusto, ma con il sapore dei Natali della mia infanzia, con un ricordo legato ad ogni pagina.

Purtroppo l’anno scorso ho mancato l’appuntamento con il tutorial di Natale, e anche quest’anno non so se riuscirò a mantenere la promessa, per cui mi porto avanti cercando ispirazioni e condividendo alcuni dei tutorial che quest’anno mi intrigano maggiormente, raccolti nella mia bacheca Pinterest dedicata al Natale.

Ci sono questi geometrici fiocchi di neve fatti con il pannolenci, bicolori, richiedono precisione, ma li trovo molto moderni; si possono anche cambiare i colori, li adoro appesi all’albero bianco.



Questa idea mi a conquistato per la semplicità e la facilità di realizzazione. Inoltre si possono coinvolgere i bimbi nella raccolta dei rami e nella scelta dei nastri, ovviamente di recupero.

scrap ribbon tree ornament 5

Sempre in tema di materiali naturali e facilmente reperibili, queste stelline di stuzzicadenti e washi tape sono facili e veloci. Sto pensando a rametti sottili, agli spiedoni, a colorare il legno di bianco.

Washi tape and toothpicks stars

E se le palline dell’albero fossero di lana avvolta su palloncini e impregnata di colla vinilica? Bello l’effetto della luce che passa attraverso i buchi.

TWINE 2

Sempre pensando a materiali poco costosi o di recupero, trovo questi pendenti molto carini. A occhio e croce, però, credo che la realizzazione sia più luna di quello che sembra, almeno quando si vuole ottenere un risultato geometricamente preciso.

CC10 woven cookie stars finished group

Quest’anno non ho voglia dell’albero tradizionale. Mi piacerebbe realizzare una cosa simile, sfruttando la nuova parete grigia del salotto. Ah, è vero, è fresca di imbianchino, dovrò sicuramente vedermela con mio marito se deciderò di realizzarlo…

Foto "pinnata" dalla nostra lettrice Claudia Rapisarda Washi Christmas tree #holidaypinparty:

E per chi volesse, qui i miei tutorial degli anni passati.

christmas
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...