_________________________________________________________________________________________________________

martedì 15 maggio 2012

The Nest – il Nido

In questi giorni non sono la sola impegnata a creare il nido. Anche gli insetti e gli uccelli preparano il posto dove abiteranno con i loro piccoli per poterli crescere.

In questi giorni mi sento proprio come una rondine che continua a sistemare le pagliuzze del suo nido intorno ai propri figlioletti.

In questi giorni ho scoperto che dopo che è nato Michele ho gli occhi più grandi. Davvero, allo specchio sono diversa. E mi piace il mio nuovo viso.

In questi giorni sono capace di sentirmi incredibilmente forte e immensamente fragile nel giro di mezz’ora.

In questi giorni mi sento in colpa per quando rimpiango l’ospedale, per quando cerco di essere la stessa di prima e non riesco ad accettare serenamente che qualcosa è cambiato… e invece di gustarmi il cambiamento penso a quando raggiungerò un nuovo equilibrio. Ma questa: impaziente, tumultuosa, sono io, da sempre.

In questi giorni guardo Michele e mi dico: è bellissimo. Poi mi chiedo: ma è proprio mio? E un po’ mi vergogno…

In questi giorni mi guardo allo specchio, poi guardo mio marito e mi dico: mi sembra di essere stata lontana per un sacco di tempo… e ora sono tornata. Forse.

DSCF5735 copyweb

Questo è un nido di cimici che abbiamo trovato sul terrazzo qualche giorno fa. A me gli insetti non piacciono mai, ma apprezzo la bellezza della geometria e del colore che la natura spontaneamente crea.

13 commenti:

*Bi* ha detto...

Tantissimi baci al piccolo Michele e un enorme in bocca al lupo per il tuo nido :*

themuu bear ha detto...

questo post è pura poesia..delicatamente dolce!

madamaRobè ha detto...

Sai che mi hai fatto un po' commuovere? Un bacino a Michele. :)

Trasparelena ha detto...

anche io quando avevo la neonata mi chiedevo se fosse proprio mia, e mi sembrava impossibile che alla dimissione dall'ospedale me l'avrebbero data da portare a casa :-)

Anonimo ha detto...

benvenuta nel mondo delle mille contraddizioni, dell'essere felici e tristi insieme, del non riconoscersi eppure nel non ricordarsi di essere mai state diverse da così...insomma benvenuta nel mondo delle neo-mamme!!!
I

Mairi ha detto...

Un bacio a te e al piccolino nuovo nuovo :D :*

CriCri ha detto...

Cara Daria, che bello vedere che incredula prepari il tuo nido a quell'angioletto.. penso che sia normale all'inizio chiedersi se è proprio tuo.. e se usciti dall'ospedale potrai portarlo con te. :)
io ti auguro tanta serenità e con gioia passerò sempre a curiosare su cosa creerai per il tuo uccellino!
Ti abbraccio forte CriCri

Anonimo ha detto...

La Maternità ci rende partecipi di un'Opera Creativa più grande di noi.Quindi credo sia lecito sentirsi fortissime e piccole allo stesso tempo...

Grazie per i tuoi pensieri!

Barbara F.

Gloria ha detto...

io dopo 17 mesi ancora me lo chiedo se l'ho fatto proprio io!!! ma tranquilla, è tutto normale quello che succede, ci vuole solo tempo, niente è per sempre, nel bene e nel male!
a presto
gloria

robedellarobi ha detto...

auguri daria. le tue parole sono belle e le tue emozioni rimbalzano nei ricordi dei miei primi giorni da mamma.
buon nido alla vostra bella famiglia!
roberta

Elettrarossa ha detto...

Quanta dolcezza...un grande cambiamento e' sempre accompagnato da emozioni contrastanti, positive e negative, gioia e straniamento...E immagino gli ormoni ci mettano del loro! Prendi il meglio di questa nuova te dagli occhi grandi!

littleelo ha detto...

già, diventare mamme aumenta esponenzialmente la complessità del vivere. E te ne rendi subito conto!

Nora C. ha detto...

Come non comprenderti... Anch'io mi vedo diversa allo specchio e sinceramente devo ancora abituarmi, pur essendo profondamente felice.

Un abbraccio a te e una carezza a Michele.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...